Non è sufficiente eliminare il Project Management

No Comments »
Novità di Coaching!
Sei un Coach, un esperto in Salute o Fitness? Finalmente un corso in Health Coaching®! Clicca qui
  
Condividi con i tuoi amici

project management

Sarebbe probabilmente troppo poco cancellare il Project Management e credere che la cosa finisca qui. Anzi, io parto dal presupposto che si debba creare una diversa organizzazione e leadership, in modo da superare adeguatamente le future sfide.

 

  • Come si può sostituire il Project Management?

Sarebbe molto semplice rinunciare al Project Management attraverso una organizzazione Relazionale che sia adatta a tutti i livelli dell´imprenditoria, assicurandovi comunicazioni dirette ed efficienti che vi permettano di preservare tempo da dedicare ad esempio, al conseguimento degli obiettivi da raggiungere e coerentemente allo sviluppo continuo della forza lavoro. Questo è in poche parole il „succo del discorso“.

 

  • La trappola più grande: il nostro pensiero tradizionale

Al momento però le imprese e le organizzazioni non sono ancora pronte. É stato certamente già riconosciuto che i progetti racchiudono di solito un alto rischio di fallimento. Tanto che fondamentalmente ancora niente di nuovo è stato fatto; solo un primo tentativo per salvare, trasformare, ottimizzare o addirittura modellare da zero il Project Management. Ritengo che sia del tutto comprensibile come tutti seguano, sia da un punto di vista scientifico che tecnico, da quasi 200 anni, questo motto „se qualcosa non funziona, fai di piú, prova e riprova, prima o poi funzionerà (o almeno si spera).

  •  Se qualcosa non funziona, agisci diversamente!

In considerazione di questa teoria, trovo che la conseguenza „se qualcosa non funziona, agisci (in parte) diversamente (de Shazer, 1999) sia più adeguata. Cosa significa questo per me? Creare una nuova struttura di organizzazione che sia adeguata al raggiungimento dei risultati sperati. E tutto questo risulta abbastanza sicuro lontano da ogni pensiero riconducibile al Project Management.



Potrebbe interessarti anche:



  
Condividi con i tuoi amici

Lascia un commento

*
*