Linee guida del Monaco Zen Ryokan per lo Zen Coach

No Comments »
Novità di Coaching!
Vuoi diventare Coach ACC della International Coach Federation? Contattaci subito! Clicca qui
  
Condividi con i tuoi amici

RYOKAN_PORTRAITE

Ryōkan Taigu (良寛大愚 Ryōkan Taigu), nato come Eizo Yamamoto (山本栄蔵Yamamoto Eizo), (Echigo, 2 novembre 1758 – 18 febbraio 1831) è stato un monaco buddhista giapponese, seguace della scuola Sōtō-shū. Ha vissuto gran parte della sua vita da eremita ed è ricordato per la sua poesia e la calligrafia, con le quali ha rappresentato l’essenza della vita Zen.

Linee guida del monaco zen Ryokan:

Non dire il contrario di quello che pensi.

Adatta i tuoi discorsi alle situazioni.

Non insistere sui dettagli.

Non parlare per esagerazioni.

Non sovrastimare qualcuno.

Non rispondere a qualcuno senza capire bene quello che lui ha domandato.

Non parlare a lungo senza motivo.

Non prendere piacere ad usare parole di cui non conosci esattamente il senso.

Non parlare con mistero.

Evita i discorsi inutili.

E’ molto difficile ascoltare con attenzione la risposta di un altro.

E’ difficile esprimere qualcosa nella sua interezza.

Devi saper estrarre gli aspetti necessari da un riassunto.

Non sviluppare cose senza importanza, sapendo bene che sono senza importanza.

Non dire a qualcuno ciò che gli è insopportabile sentire.

Non abbordare un nuovo soggetto, prima di aver esaurito il primo.

Non parlare a qualcuno di un soggetto che lui non conosce.

Sotto la copertura del sapere, non nascondere le cose che non sai.

Non ritornare su cose già dette.

La Via dell’illuminazione passa anche attraverso la relazione interpersonale e il dialogo in consapevolezza, il Monaco Zen Ryokan in questi estratti dei suoi scritti ci offre un esempio concreto di amore per l’armonia, presenza mentale e centratura.

Poesia di Ryokan:

Di notte, nel silenzio della capanna,

suona l’arpa che non ha corde.

La sua melodia sale al cielo col vento:

la sua musica si unisce a quella del torrente;

risuona nell’intera vallata,

mormora nelle foreste e nelle montagne.

Se uno non chiude gli orecchi,

non può udire questa musica silenziosa.

www.zen-coaching.it 



Potrebbe interessarti anche:



  
Condividi con i tuoi amici

Lascia un commento

*
*