L’essenzialità nell’utilizzo del tuo TEMPO!

No Comments »
Novità di Coaching!
I migliori Mental Coach sportivi a disposizione di Atleti, Allenatori e Team di successo! Clicca qui
  
Condividi con i tuoi amici

“Ogni giorno hai solo e sempre 24 ore.
Sicuro di usarle nel migliore dei modi?”

fonte: https://bit.ly/3fd6JCW

È vero che per migliorarsi si deve essere flessibili, gestire cambiamenti repentini, adattare a contesti differenti più aree della nostra vita. E in questo periodo ancor di più la velocità, la profondità dei cambiamenti e anche la confusione, maggiore di quella alla quale siamo abituati. In questa situazione, risulta facile perdere il focus dei tuoi obiettivi o addirittura della tua vita, abbandonando la “vision” che solitamente ti guida: sei portato a pensare “alla giornata” ed ai tuoi bisogni perdendo di vista quelli che sono i tuoi obiettivi… i tuoi sogni.

Ecco che così, a prescindere da quella che è la natura dei tuoi interessi e dei tuoi obiettivi, ti trovi a dover gestire una notevole quantità di situazioni che si sovrappongono, adattandole al momento senza un criterio ben preciso. Ne consegue che sei portato a fare azioni su azioni senza essere completamente consapevole se il tempo che stai utilizzando è funzionale a ciò che vuoi realizzare, colmandolo spesso con azioni accessorie e non essenziali.

Diventa quindi importante saperti gestire nel tuo tempo dedicandolo solo a ciò che è davvero efficace, senza disperdere risorse ed energie inutilmente.

Esiste l’opinione molto diffusa che per migliorare il rendimento o raggiungere i propri obiettivi si debba “fare di più” come se, adottando questa metodologia, risultasse più facile raggiungere i risultati desiderati.

LA LEGGE DEL: PIU’ LAVORO = PIU’ RISULTATI.

Cattive notizie quelle che sto per darti! Se credi che fare di più, senza un criterio specifico, ti porti più velocemente alle ambite soddisfazioni, ti sbagli di grosso: non tutti i nostri sforzi concorrono in egual misura al raggiungimento del risultato.
Hai mai sentito parlare di Pareto e di cosa dice? Con la “Legge di Pareto” vengono sfatate tutte le normali convinzioni relative a questo preciso argomento. Capirai perché, qualunque sia il tuo obiettivo, non sia necessario lavorare di più, ma meglio.

Era il 1897 quando Vilfredo Federico Damaso Pareto, economista, ingegnere e sociologo italiano, attraverso uno studio specifico, riuscì a dimostrare con risultati sbalorditivi quello che comunemente viene chiamato il “principio 80/20”.
Questo principio si basa sul fatto che la vera produttività ed efficienza di una qualsiasi area e/o attività della nostra vita, non consiste nel lavorare di più, o impegnarsi generalmente di più, ma nell’individuare e fare ciò che è veramente essenziale, senza sprecare tempo ed energie dietro a cose futili o tanto più inutili.

Con questo principio, Pareto è riuscito a dimostrare che: “Circa l’80% dei risultati deriva sempre da circa il 20% delle azioni che fai!”
Questo significa che l’80% del tuo tempo viene disperso in attività che non danno i risultati che desideri. Semplicemente, “Less is more”, in ogni attività immaginabile.

Ora, una delle scuse che spesso si sente è: “Eh, ma la mia situazione è diversa!”. Ma da quanto tempo te lo dici e sei allo stesso punto?

Cercare soluzioni sostituendole alle scuse è di certo la prima azione efficace che puoi fare per te stesso e per avere soddisfazione su ciò che vuoi.

Molte persone invece se la raccontano e si accontentano di affermazioni tipo: “Facendo questa cosa mi avvicino al mio obiettivo (oppure ottengo un risultato positivo), quindi va bene così”. Oppure credono che vada tutto bene e che la direzione verso ciò che vogliono è giusta semplicemente perché: “non va male”, per il semplice il motivo che hanno la percezione di fare delle azioni nella direzione desiderata senza valutarne i risultati in modo oggettivo.

Non è così se si vuole ottenere il miglior risultato con il minimo sforzo e senza disperdere energie e risorse preziose.

È questo uno dei grandi problemi che blocca molte persone nell’avere successo. È facile, quanto frequente, cadere nella trappola del pensare solo a “fare” e non a “cosa fare”, “come fare”, “quando farlo” e “quanto farlo”.

Tenere a mente il principio di Pareto ti può dare una grossa mano: fai di più quello che ti serve fare! Raggiungerai il tuo obiettivo in maniera sicuramente più rapida ed economica sotto ogni punto di vista! Abbiamo ore ed energie limitate, questa è una cosa certa, per cui gestire il tempo e le risorse nella maniera adeguata è fondamentale per ottenere migliori risultati con il minor sforzo e se non lo fai, rischi di sfiancarti per ottenere poco.

In base a ciò, il principio di Pareto può aiutarti molto nella definizione di un piano strategico, rendendo la tua vita decisamente più efficace, efficiente e facile, focalizzandoti solo su azioni proattive, che vadano nella direzione più giusta e che diano i risultati voluti.

Alla luce di quanto detto fin ora, cosa pensi succeda se lavori sull’80% delle tue azioni meno efficaci allo stesso modo di quel 20% così prezioso ed efficace? Ma conoscere il solo principio è inutile, se non hai un sistema efficace per identificare quali input sono indispensabili e quali invece sono superflui o meno funzionali.

Una sessione di coaching è lo strumento che ti può aiutare a risolvere questo problema.

Come fare?

Se vuoi provarci da solo, ti propongo un esercizio che puoi fare una tantum, o anche alla fine di ogni giornata, per ottimizzare tempo e risorse sfruttando la potenza del Principio di Pareto.

FASE UNO

  • Prendi carta e penna
  • Chiediti e scrivi il tuo obiettivo
  • Scrivi il tuo scopo: perché lo vuoi?

FASE DUE

  • Dividi ora il foglio in due parti
  • In un lato scrivi ciò che hai fatto, ad oggi, di utile in riferimento ai tuoi obiettivi e scopi
  • Nell’altro scrivi le azioni che sono state o sono meno o per niente utili.

Se non l’hai mai fatto, hai  perso molto del tempo della tua vita, ma da adesso puoi fare meglio!
Si tratta di essere consapevole delle tue priorità, così da rendere possibile una migliore gestione del tempo e quindi di impostare il lavoro in maniera più efficiente e mirata. In questo modo avrai ben chiare quelle che sono state le azioni funzionali consentendoti di investire il tempo solo in quelle che sono efficaci. Vedrai che solo il 20% circa di queste ha dato i risultati che desideri.

FASE TRE

Ripeti lo schema e dividi il foglio in due. Adesso fai un elenco delle risorse che hai utilizzato e che hanno dato esito positivo e quelle che invece sono state dispersive od inutili e dividile come prima.

Ogni strumento ha la sua utilità e il Principio di Pareto è importante per priorizzare le scelte in relazione al tuo traguardo: in qualsiasi settore, professionale o di miglioramento personale. Puoi costruire così un buon piano d’azione in cui vengono programmati e scritti i vari step di risorse e azioni nella precisa direzione che più ti serve, concentrandoti solo su ciò che è davvero efficace. Questo farà la differenza nella tua vita, sì, in tutta la tua vita a venire!

E adesso, puoi continuare a buttar via l’80% del tuo tempo o sei curioso di sapere qual è il tuo 20% che funziona alla grande?

Allora carta e penna e buon lavoro!



Potrebbe interessarti anche:



  
Condividi con i tuoi amici

Lascia un commento

*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.