Una password per il Flow

4 Comments »
Novità di Coaching!
Corso di specializzazione in Parent Coaching rivolto a Coach, Psicologi, Mediatori familiari, Counselor e Insegnanti! Clicca qui
  
Condividi con i tuoi amici

Una password per il Flow

 

the door of enlightenment

Dicono che certe cose accadano per caso.

Io dico che accadono anche per insegnarci qualcosa.

Qualcosa di noi.

 

Da qualche tempo mi sto allenando a vedere queste coincidenze come miraculum  -> cosa meravigliosa -> un evento straordinario, che desta meraviglia.

Che cosa mi meraviglia?

In che modo mi predispongo al miracolo?

 

Sono decisamente fortunata…
Una mia inclinazione sin da piccola è quella di riuscire a sorprendermi
e seguendo questa mia tendenza allo stupore mi viene naturale riconoscere il bello
in ogni situazione, in ogni persona
e la password è gioia

e quando mi lascio sorprendere ascolto ciò che sento
e lo accolgo così com’è. Senza interferire.
e scopro una volta ancora che può anche essere incredibilmente più intenso,
più espanso, più leggero….
e la password è gratitudine

Con stupore mi accorgo e imparo a riconoscere il flow.
Qualcosa cambia solo quando, invece di farmi trasportare, divento io quello stesso flusso
nel quale sto imparando a rimanere comunque presente a me stessa
e faccio scorrere, lascio che le cose semplicemente accadano…
e la password è calma

 “Tutti possono vedere la goccia che fa traboccare il vaso,
pochi riescono a riconoscere l’oceano in quella goccia”

questo mi ha detto Tim Gallwey al Forum delle Eccellenze 2013
questo ho condiviso con Alessandro e Franco e con tutti gli amici di Incoaching in questi giorni romani dove ogni dettaglio era in armonia….
un’altra password per il Flow.

 

E tu?…
qual è oggi la Tua password per il Flow?

 

Un Grazie di cuore a tutti

 

Antonella Frigato



Potrebbe interessarti anche:



  
Condividi con i tuoi amici

Questo post ha 4 commenti

  1. Federico Santarelli on aprile 1, 2019 at 14:53 Rispondi

    Grazie Bellissima e bravissima Antonella Frigato, scusa se sono passati degli anni dalla data del tuo articolo, scusa il ritardo, comunque grazie per proporci i tuoi punti di vista così lievi, sereni, gioiosi, propositivi, felici, direi proprio solari, grazie per la scrittura delle password, auguri per realizzare ciò che realmente scegli di realizzare, mentre ti segnalo che il link : http://www.theinnergame.it/tim-gallwey/ nel tuo articolo è rotto, ti auguro buona giornata e buon lavoro! <3 … <3

  2. Antonella Frigato on dicembre 3, 2013 at 11:28 Rispondi

    Come ci ha detto Tim Gallwey a Roma: “la parola ‘Grazie’ non è che la punta dell’Iceberg”
    il mio arriva direttamente da lì…
    …emergendo dalla Terra e danzando sulla vita ;-)

    con autentica gioia e sorrisi dal cuore
    Un abbraccio
    Anto

  3. Franco Rossi on dicembre 2, 2013 at 23:17 Rispondi

    Antonella, anche questa tua riflessione porta in sé la sua password, apparentemente ‘normale’, paradossalmente ‘profonda’: leggerezza.
    Grazie a te!
    Franco

    • Federico Santarelli on aprile 1, 2019 at 15:15 Rispondi

      Grazie anche a te insigne Franco Rossi di Senigallia, di Incoching S.r.l. , per essere al tempo stato uno dei miei clienti della mia ditta, da anni chiusa, di quando lavoravo in ambito web marketing, ti auguro di realizzare ciò che realmente scegli di realizzare, buon lavoro! <3 … <3

Lascia un commento

*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.